giovedì 30 dicembre 2010

pie de limon ricetta peruviana

Ingredienti per la base:
2 tazze di biscotti tipo oro saiwa
½ tazza di burro senza sal sciolto

Ingredienti per il ripieno:
1 latta da 400 gr di latte condensato
Da 1/3 a ½ tazza di succo di limone spremuto
4 tuorli leggermente sbattuti

Ingredienti per lo strato più superficiale:
4 bianchi d’uovo
¾ di tazza di zucchero


Preparazione:
In un recipiente mischiate i biscotti col burro fuso. Schiaccate sul fondo e sui lati di un tegame del diametro di circa 30 cm. Mettetelo nel forno preriscaldato a 180° per 15 minuti. Ritirate dal forno e lasciate raffreddare.
Per il ripieno mischiate il latte condensato con il succo di limone e i tuorli. Versate sopra il fondo di biscotti nel tegame e rimettete in forno per altri 15 minuti. Ritirate dal forno e fate raffreddare.
Sbattete i bianchi finchè non diventano spumosi, aggregate gradualmente lo zucchero e continuate a sbattere finché non siano montati a neve. Distribuite la spuma creata sugli strati precedenti e con l’aiuto di una forchetta o di un cucchiaio formate delle piccole punte come fossero delle meringhe. Rimettete nel forno finché lo strato superficiale non sia leggermente dorato.
Quando si sarà raffreddato, sarà più facile tagliare il pie!
Se volete decorate con fettine di limone.

lunedì 27 dicembre 2010

sushi - maki e nigiri

Ingredienti: 1 avocado, 1 filetto di tonno freschissimo, 1 filetto di salmone freschissimo, gamberi freschi 500 g riso per sushi, aceto di riso, sale, zucchero, wasabi, salsa di soya, alghe nori, semi di sesamo

Preparazione:Iniziamo dalla scelta del riso e dalla cottura.
Preparazione riso: 500 grammi di riso per sushi che è un riso particolare, 70ml di aceto di riso ,20 grammi di zucchero, un pizzico di sale. Se avete intenzione di fare più o meno riso, cambiate in proporzione anche gli altri ingredienti. Lavate il riso: inserite il riso in una pentola con un po' di acqua e mescolate il riso con le mani
strofinandolo un po' finché l'acqua sarà torbida. Dopodiché buttate via l'acqua "sporca" e rifate la stessa operazione con nuova acqua pulita. Continuate questa operazione per molte volte, finché anche "lavando" il riso l'acqua resterà trasparente. Ora inserite il riso in una pentola piena d'acqua e lasciatelo riposare per 40-50 minuti.Togliete l'acqua in cui avete fatto riposare il riso e mettete il riso in una pentola in cui inserirete dell'acqua che sarà il 20% in più del riso. Cuocete finché tutta l'acqua evapora (indicativamente in circa 10- 15 minuti a seconda del riso, io fino a che l'acqua non bolle metto un'alga nori che levo non appena l'acqua diventa bollente). E' molto importante tenere un coperchio sopra la pentola e non aprire mai il coperchio. Quando tutta l'acqua è evaporata aumentate la fiamma per una ventina di secondi e poi spegnete il fuoco. Il riso ora va fatto riposare con il coperchio sulla pentola per almeno 20 minuti. Mentre il riso sta riposando sciogliete lo zucchero nell'aceto di mele con il sale.Prendete il riso e mettetelo in una bacinella molto larga (il riso non dovrà contenere acqua e vi sembrerà un po' colloso). Mescolate l'aceto con il riso. Tenete coperta la bacinella in cui c'è il riso con un panno umido in modo da non lasciar seccare il riso. Fatelo raffreddare il tempo necessario girandolo con un cucchiaio di legno e facendo aria con un ventaglio. Dopo aver seguito bene il procedimento per la cottura del riso che io valuto fondamentale iniziamo a preparare gli ingredienti: tagliate i filetti di tonno e salmone in pezzi rettangolari, pulite i gamberi e tagliate a strisce lunghe e sottili l'avocado. Preparate le alghe nori che userete intere (quadrato 20x20)per fare i big roll e tagliate a metà (10x20 cm) per fare i roll e i california.
Preparazione NIGIRI: prendete una noce di riso, compattatela e datele la forma di un cilindro appiattino sopra e sotto, spalmateci sopra pochissimo wasabi e ricopritelo con un pezzo di filetto di pesce (un piccolo trucco per far sì che il riso non si incolli alle mani è quello di bagnarle con acqua ogni volta che si prende il riso con le mani)
Preparazione MAKI- alga esterna: Sul tavolo aprite la stuoia di bamboo, con il lato più lungo verso di voi, e ponetevi sopra un foglio di alga nori 20x20 per fare dei bigroll oppure 20x10 per fare dei roll normali. Con le mani bagnate  prelevate un po’ di riso e poggiatelo sull’alga, facendo dei gesti energici e corti, per evitare di toccare troppo il riso e di schiacciarlo. Procedete così fino al ricoprimento di tutta l’alga nori lasciando libero 1 cm in alto. Ora posizionate il ripieno in senso orizzontale, nella parte in basso del maki (sempre quella verso di voi) mettete quello che volete tonno e salmone, salmone e avocado, gamberi e avocado, solo tonno, solo salmone, come preferite. Con le due mani prendete il lembo della stuoia di bamboo davanti a voi e ripieghiate subito intorno al ripieno, facendo attenzione che il lato finale dell’alga rientri dentro. Continuate ad arrotolare con le due mani facendo scivolare la stuoia di bamboo in avanti e creando così il rotolo di maki-sushi.La parte senza riso rimasta in fondo bagnatela leggermente in modo che si incolli e il roll si chiuda bene.Tagliate il rotolo di maki-sushi a rondelle con un buon coltello affilato pulito a ogni taglio con uno strofinaccio.
Preparazione MAKI- california (riso esterno): sul tavolo aprite la stuoia di bamboo, con il lato più lungo verso di voi, e ponete sopra un foglio di alga nori 20x20 per fare dei bigroll oppure 20x10 per fare dei roll normali. Con le mani bagnate cosi il riso non si attacca alla pelle prelevate un po’ di riso e poggiatelo sull’alga, facendo dei gesti energici e corti, per evitare di toccare troppo il riso e schiacciarlo. Procedete così fino al ricoprimento di tutta l’alga nori, spargete dei semi di sesamo su tutto il riso e sollevate e mettete a riso in giu l'alga. Ora posizionate il ripieno in senso orizzontale, nella parte in basso del maki (sempre quella verso di voi) mettete quello che volete tonno e salmone, salmone e avocado, gamberi e avocado, solo tonno, solo salmone, come preferite. Con le due mani prendete il lembo della stuoia di bamboo davanti a voi e ripiegate subito intorno al ripieno, facendo attenzione che il lato finale dell’alga rientri dentro. Continuate ad arrotolare con le due mani facendo scivolare la stuoia di bamboo in avanti e creando così il rotolo di maki-california.Tagliate il rotolo di maki-sushi a rondelle con un buon coltello affilato pulito a ogni taglio con uno strofinaccio. Ora siete pronti: servite in tavola il sushi, con wasabi e salsa di soia e fettine di zenzero in salamoia (che presto vi spiegherò come preparare).

giovedì 23 dicembre 2010

zuppa di verza, fagioli neri e orzo

Ingredienti:
4-5 foglie di verza
100 g di fagioli neri
100 g  di orzo
1 patata piccola
1 foglia di alloro
(50 g di lardo)
brodo vegetale
alga kombu
cipolla, carota, sedano



Preparazione:
Questa ricetta è proprio adatta a questo periodo di freddo polare; se siete a dieta o vegetariani fatela senza lardo che è buonissima lo stesso! 
Lasciate ammollo in acqua tiepida i fagioli per una notte intera con una strisciolina di alga kombu, cambiando l'acqua un paio di volte. Metteteli poi a cuocere in pentola a pressione per 45 minuti con un'altra strisciolina di alga kombu, mezza cipolla, una carota e una costa di sedano. Importante è che per la cottura non usiate la stessa acqua di ammollo che contiene sostanze nocive per il nostro organismo.
Nel mentre fate soffriggere in una pentola dai bordi alti l'altra mezza cipolla  tritata fine con una foglia di alloro e aggiungete il lardo, fate rosolare 5 minuti e aggiungete le foglie di verza tagliate a listarelle. Cuocete con un mestolo di brodo e coprite. Dopo una ventina di minuti mettete in pentola anche i fagioli che nel mentre avrete scolato, mescolate bene 5 minuti, poi aggiungete l'orzo (dopo averlo passato in uno scolino sotto acqua corrente) e il brodo e fate cuocere per il tempo di cottura, di solito 30-35 minuti, regolando la fiamma a seconda che vogliate la zuppa più liquida o più densa.Mettete anche il sale, ma poco poco che il lardo è già abbastanza salato e saporito. Servite spolverizzando di parmigiano.

lunedì 20 dicembre 2010

Tortino di bietole e patate



Ingredienti:
un foglio di pasta sfoglia
una patata
4 etti di bietole
1 ricotta da 250 gr
sale, pepe
parmigiano
2 uova
un goccio di latte


Preparazione:
Fate bollire le bietole e la patata in acqua leggermente salata, scolateli e tagliateli a pezzi.
Nel frattempo sbattete in una ciotola le due uova insieme a un cucchiaino di parmigiano, un pizzico di sale, una macinata di pepe nero e la ricotta. Aggiungete un goccio di latte, servirà a far "lievitare"il tortino ;)
Stendete la sfoglia con la sua carta da forno in una teglia e preriscaldate il forno a 180 gradi. Aggiungete la verdura alle uova e gli altri ingredienti e mischiate il tutto. Stendete il composto sulla sfoglia e non preoccupatevi se non vi sembra omogeneo a causa delle bietole che "spuntano". Cercate solo di livellarlo il più possibile.
Mettete in forno e lasciate cuocere per 20 minuti circa, finché la sfoglia e la superficie non sia colorata.
Per i più golosi: aggiungete dello speck tagliato a piccoli cubetti nel composto iniziale. Ricordate però che lo speck è salato quindi vi consiglio di ridurre i pizzichi di sale a dei "mezzi pizzichi"!

venerdì 17 dicembre 2010

zuppa di fagioli neri e salsiccia

Ingredienti:
2oo g fagioli neri secchi
150 g salsiccia
2 pomodori
due cipolle
una foglia di alloro
brodo di carne
una costa di sedano
una carota
peperoncino
semi di cumino
alga kombu

Preparazione:
Dopo aver lasciato per 24 ore ammollo i fagioli neri con una strisciolina di alga kombu di 4-5 cm, fateli cuocere per un'ora e mezza in pentola a pressione con un'altra striscia d'alga, una cipolla, una carota e una costa di sedano (così si rendono più digeribili e si aggiungono importanti sali minerali, come ho già spiegato).
Preparate un soffritto con l'altra cipolla in una pentola dai bordi alti e appena pronto aggiungete la salsiccia precedentemente privata della pelle e tagliata a pezzettoni e una foglia di alloro, fate cuocere per 5 minuti e aggiungete i pomodori tagliati a dadini e il peperoncino. Fate andare a fuoco medio per altri 5 minuti mescolando, poi aggiungete i fagioli lessati e il brodo di carne, coprite e cuocete a fuoco medio per mezzora circa. Togliete il coperchio e continuate la cottura per altri 10 minuti alzando la fiamma in modo da rendere più densa la zuppa, aggiungete i semi di cumino, poi spegnete e servite con crostini di pane integrale.

lunedì 13 dicembre 2010

onigiri spicy salmon

Ingredienti:
500 g Riso da sushi
filetto salmone fresco
salsa piccante
alga nori
aceto di riso
salsa di soya
sale
zucchero
wasabi
semi di sesamo



Preparazione:
Innanzitutto va detto che il cibo giapponese va preparato con cura, impegnandosi e nulla va lasciato al caso, dalla scelta degli ingredienti, le dosi, le tecniche etc. Io ne sono appassionata , spesso sperimento e lo preparo a casa , ma sempre con la consapevolezza che per imparare come un cuoco giapponese ci vogliono anni, e la cultura giusta. A parte questa piccola intro iniziamo, quelli sul sushi, onigiri etc saranno post molto lunghi perché i procedimenti vanno descritti il piu dettagliatamente possibile. Iniziamo dalla scelta del riso e dalla cottura.
Preparazione riso: 500 grammi di riso per sushi che è un riso particolare, 70ml di aceto di riso ,20 grammi di zucchero, un pizzico di sale. Se avete intenzione di fare più o meno riso, cambiate in proporzione anche gli altri ingredienti. Lavare il riso: Inserite il riso in una pentola con un po' di acqua e mescolate il riso con le mani
strofinandolo un po' finché l'acqua sarà torbida. Dopodiché buttate via l'acqua "sporca" e rifate la stessa operazione con nuova acqua pulita. Continuate questa operazione per molte volte, finché anche "lavando" il riso l'acqua resterà trasparente. Ora inserite il riso in una pentola piena d'acqua e lasciatelo riposare per 40-50 minuti.Togliete l'acqua in cui avete fatto riposare il riso e mettete il riso in una pentola in cui inserirete dell'acqua che sarà il 20% in più del riso. Cuocete finché tutta l'acqua evapora (indicativamente in circa 10- 15 minuti a seconda del riso, io fino a che l'acqua non bolle metto un'alga nori che levo non appena l'acqua diventa bollente). E' molto importante tenere un coperchio sopra la pentola e non aprire mai il coperchio. Quando tutta l'acqua è evaporata aumentate la fiamma per una ventina di secondi e poi spegnete il fuoco. Il riso ora va fatto riposare con il coperchio sulla pentola per almeno 20 minuti.Mentre il riso sta riposando sciogliete lo zucchero nell'aceto di mele con il sale.Prendete il riso e mettetelo in una bacinella molto larga. Il riso non dovrà contenere acqua e vi sembrerà un po' colloso. Mescolate l'aceto con il riso. Tenete coperta la bacinella in cui c'è il riso con un panno umido in modo da non lasciar seccare il riso. Fatelo raffreddare il tempo necessario girandolo con un cucchiaio di legno e facendo aria con un ventaglio.
Preparazione onigiri: Per gli onigiri prendete una padella antiaderente e fate appena rosolare il salmone, tagliato a pezzetti con un coltello. Tolto dal fuoco, mischiate salmone con un po' di salsa piccante. Tagliate le alghe nori a rettangoli e iniziate a lavorare il riso per creare questi famossimi "panini" giapponesi. Ponete una manciata di riso su un palmo della mano, allargatelo per bene e inserite nella parte centrale un po' del salmone rosolato e speziato , poi aggiungete un po' di riso e chiudete dando la classica forma triangolare e stando attenti a mantenere il ripieno all'interno. Una volta compattato bene l'onigiri mettete l'alga intorno in modo che non si stacchi (inumidendola leggermente). Ecco fatto. Gli onigiri si possono fare ripieni di quello che volete (salmone, tonno, uova di salmone, carne, verdure etc...), potete passarli con un pochino di soia in padella , potete fodererli di foglie di verdure insomma sbizzarritevi!

venerdì 10 dicembre 2010

Salti-in-bocca alla primi passi pazzi


Ingredienti per 4 persone:
8 fettine di vitello tipo scaloppine piccole o 4 grandi da tagliare a metà
2 uova
2 etti di spinaci
parmigiano
olio extra vergine d'oliva
8 fette di pancetta o mortadella
prezzemolo tritato
sale
8 foglie di salvia
stuzzicadenti

Preparazione:
Fate bollire gli spinaci o saltateli in padella con un po' d'acqua e sale e scolateli bene.
Sbattete le uova con parmigiano, un pizzico di sale, prezzemolo tritato e gli spinaci. In un padellino scaldate un filo d'olio e versate metà del composto fino a coprire l'intera superficie. Mettete un coperchio e fate cuocere lentamente finché il composto sarà solido.
Aiutatevi col coperchio per ribaltare la frittatina dal lato opposto e fate cuocere ancora un paio di minuti per completare la cottura.
Ripetete una seconda volta per fare un'altra frittatina (entrambe devono risultare abbastanza sottili). In alternativa fate un'unica frittata più grande ma ugualmente sottile.
Su di un tagliere stendete le fettine di carne, mettete una fetta di pancetta e un pezzo di frittata della misura della fetta (se avete fatto due frittate, ne userete un quarto a rotolino!).
Arrotolate la fetta di carne così imbottita su se stessa, dove si chiude mettete per lungo una foglia di salvia e chiudete con uno stuzzicadenti nel verso della lunghezza del rotolino.
In una padella fate sciogliere un pochino di burro e mettete un cucchiaio d'olio. Aggiungete i rotolini e fate cuocere a fuoco basso su tutta la circonferenza fino a quando non risultino cotti (circa 5-10 minuti a seconda della grandezza della fetta di carne usata).
Servite interi o tagliati a rondelle (ricordatevi di rimuovere lo stuzzicadenti!) con patate al forno, in padella o purè!
Appetitosi e di facile preparazione, possono essere preparati in anticipo e cotti sul momento per permettervi di stare seduti a tavola con gli ospiti e non davanti ai fornelli tutta la sera! ;)

lunedì 6 dicembre 2010

muffin dell'immacolata

Ingredienti Muffin cioccolato bianco:
una barretta di cioccolato bianco
2 uova
60 g di zucchero
170 g di farina
1 bustina di lievito
50 g di burro
1 vasetto di yogurt al cocco
1 bustina di vanillina
100 ml latte
Decorazione:
cioccolato fondente

Ingredienti Muffin cioccolato fondente:
una barretta di cioccolato fondente
2 uova
60g di zucchero
170 g di farina
1 bustina di lievito
50 g di burro
60 g cacao amaro
1 vasetto di yogurt bianco
1 bustina di vanillina
Decorazione:
cioccolato bianco

Preparazione:
Per entrambi i muffin le modalità di preparazione sono le stesse.
I muffin devono avere un impasto grezzo e si dice che per far sì che siano buoni, occorra amalgamare gli ingredienti grossolanamente e mischiarli tra loro (sia quelli asciutti che quelli bagnati) al massimo con 15 cucchiaiate.
Io prendo due ciotole: in una sbatto le uova con lo zucchero e aggiungo il burro e li lavoro insieme, poi lo yogurt e il latte e continuo a lavorare insieme. Nell'altra metto la farina con la barra di cioccolato tritata a pezzi grossi,il lievito per dolci e la vanillina (e il cacao amaro nel caso dei muffin al cioccolato fondente) anche qui con una frusta mischio bene per amalgamare.
Nel frattempo il forno è acceso da 20 minuti a 180 gradi (forno statico mi raccomando), imburro le mie formine per muffin e inserisco un pirottino per ognuna.
Ora è il momento di unire gli ingredienti asciutti a quelli bagnati e girarli bene per 15 volte con una frusta, riempio gli stampi per 3/4 e inforno per 15-20 minuti. Mi raccomando non aprite il forno che altrimenti i muffin si ammosciano. Una volta passati 15 minuti abbondanti controllate con uno stuzzicadenti e se sono pronti, tirateli fuori dal forno e lasciateli raffreddare.
Decorazione:
per i muffin al cioccolato fondente ho fatto una colata di cioccolato bianco fuso sopra effetto neve, per quelli al cioccolato bianco ho fuso una barretta di cioccolato fondente , ho riempito un sac-à-poche improvvisato con la carta da forno e su un foglio di carta da forno ho fatto dei disegni natalizi con il cioccolato fuso. Questo foglio poi l'ho messo orizzontale in congelatore e ho aspettato che i disegni di cioccolato si congelassero .
Una volta congelato si incastrano nel muffin per decorare!
Buon Natale!

torta di ricotta uvetta e mele

Ingredienti:
200 g farina
2 uova intere
200 g ricotta
160 g zucchero
1/2 bicchiere olio di semi
50 g pinoli
100 ml di latte
3 mele
1 bustina di lievito
1 bustina di vanillina
1 buccia di limone

Preparazione:
Separate gli albumi dai tuorli, montate i primi a neve e tenete da parte. Unite i secondi allo zucchero e mischiate fino ad ottenere un composto cremoso, aggiungete poi l'olio di semi e la ricotta, amalgamate, poi la farina setacciata e continuate a mescolare e la buccia di limone e la vanillina. Se il composto risulta troppo denso, aggiungete un po' di latte. Unite poi le mele grattuggiate (nella grattuggia coi buchi larghi), i pinoli e l'uva sultanina (che nel frattempo avrete fatto rinvenire in un po' d'acqua tiepida e scolato) e alla fine aggiungete gli albumi montati, mischiando dall'alto verso il basso, non in senso rotatorio, e la bustina di lievito per ultima cosa.
Mettete della carta da forno in un tegame rotondo di 26 cm, aggiungete il composto, livellate e mettete in forno a 180 gradi per 50-60 minuti. 

martedì 30 novembre 2010

penne zucca e speck

Ingredienti:
400 g di penne
300 g zucca
200 g speck a dadini
100 ml panna da cucina
mezza cipolla
paprika dolce
pepe, olio

Preparazione:
Tritate la cipolla e mettetene metà a soffriggere per due minuti, poi aggiungete la zucca e mezzo bicchiere d'acqua, coprite e fate stufare per 20-25 minuti. Intanto in un'altra padella fate soffriggere l'altra mezza cipolla, aggiungete lo speck e fatelo rosolare. Unite lo speck alla zucca in padella con un po' di paprika dolce e fate andare ancora 5 minuti  mescolando a fuoco basso. Unite poi le penne che nel mentre avete fatto cuocere al dente e la panna, alzate la fiamma e mescolate ancora 5 minuti. Spegnete e servite con una spruzzata di pepe.
 
 

venerdì 26 novembre 2010

Penne Autunno al Mare

Ingredienti per 3/4 persone:
350 g di penne rigate
1/2 kg di totanetti piccoli freschi
4 carciofi
400 g di mazzancolle fresche
olio d'oliva extra vergine
1 cipolla di Tropea
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaino di pomodoro concentrato
prezzemolo

Preparazione:
Pulisci i carciofi levando le foglie più esterne e quelle centrali contenenti le piccole spine. Tagliali in 4 parti e mettili a bagno in acqua e limone.
In una padella fai rosolare lo spicchio d'aglio nell'olio e la cipolla di tropea tagliata fine. Aggiungi i carciofi tagliati sottilissimi, un bicchiere d'acqua e un pizzico di sale.
Fai cuocere per 5/10 minuti finchè i carciofi non si ammorbidiscano bene.
Intanto pulisci i totanetti levando le interiora e conservane i ciuffi separati dal corpo. Pulisci anche le mazzancolle levando il guscio ma tienine alcune intere per decorare il piatto (una per porzione da mettere al centro del piatto può bastare!)
Taglia i totanetti ad anelli sottili e lascia interi i ciuffi a meno che non abbiano i tentacoli troppo lunghi. Aggiungi i totani ai carciofi e col fuoco medio/basso fai cuocere per 5 minuti.
Fai bollire l'acqua, salala a piacere e cuoci la pasta.
Quando i totanetti sono ormai bianchi, aggiungi le mazzancolle per 1/2 minuti al massimo in modo che non cuociano del tutto e spegni il fuoco.
Aggiungi prezzemolo tritato fine e scola la pasta al dente e aggiungila al sugo. Fai saltare per 2 minuti.
Servi il piatto ben caldo e completalo con una mazzancolla intera e foglie di prezzemolo fresco intere.

lunedì 22 novembre 2010

polpettine di carne con "caponatina" di peperoni verdi


Ingredienti:
500 g macinato scelto magro
2 cipolle medie
5 peperoni
prezzemolo
sale,olio,pepe
vino bianco
pinoli
1 uovo
pan grattato

Preparazione:
Iniziamo dalla caponatina di peperoni, chiamata cosi dal mio ragazzo che spesso collabora alle mie ricette.
Molto semplice: si fa un soffritto di cipolla e la si fa dorare per bene, poi dopo aver tagliato i peperoni a listarelle si mettono in padella (wok sempre il meglio) e si fanno cuocere aggiungendo pepe e sale e sfumando con un po' di vino bianco fino a che non saranno appassiti al punto giusto.
Per quanto riguarda le polpettine si procede invece cosi: prendete la carne comprata dal vostro macellaio di fiducia e mettetela in una ciotola grande aggiungendo del trito di una cipolla, prezzemolo, sale e pepe. Aggiungete anche un uovo per aiutarvi ad amalgamare bene e del pan grattato quanto basta.
Impastate bene il tutto e lasciate un po' riposare.
Iniziate a comporre delle polpettine della dimensione di una pallina da golf (anche appena più piccole) lavorando la carne con le mani.
Una volta fatte tutte le polpettine prendete una padella piatta bella larga fate un soffrittino di cipolla e pinoli e mettete a cuocere le polpettine stando attendi a girarle di tanto intanto e a non farle bruciare. Io personalmente le faccio sfumare con del vino bianco.
Servite insieme in un piatto la caponatina e le polpettine e mangiate insieme.

venerdì 19 novembre 2010

cannelloni ricotta e spinaci

Ingredienti per 2 persone:
200 g di cannelloni di pasta secca
200 g di spinaci surgelati
150 g di ricotta
200 ml. di besciamella
poco latte
passata di pomodoro
parmigiano
sale, noce moscata, pepe

Preparazione:
Ho sempre pensato che preparare i cannelloni fosse un lavoro lungo e laborioso ma invece non è così! certo, se vi mettete ad impastare è tutta un'altra storia, io ho preso i cannelloni di semola e devo dire che sono rimasto abbastanza soddisfatto, la prossima volta proverò con quelli all'uovo.
Per prima cosa bisogna far scongelare gli spinaci in una padella con un filo d'olio, mezzo bicchiere d'acqua e un po' di sale; in una ventina di minuti saranno pronti. Strizzateli, fateli raffreddare e tritateli con una mezzaluna su un tagliere. In una ciotola mischiateli alla ricotta e aggiungete due cucchiai di parmigiano, sale, pepe e un pizzico di noce moscata.
Intanto fate un pochino scaldare la besciamella e allungatela con un po' di latte (meglio più liquida che troppo densa); in una piccola padella fate scaldare dell'olio con due spicchi d'aglio schiacciati, aggiungetevi la passata di pomodoro e fate andare per 10 minuti, poi spegnete e togliete l'aglio.
Riempite i cannelloni del ripieno di spinaci, aiutandovi con un cucchiaino e con le mani (!) e adagiateli in una pirofila unta d'olio e spalmata di un primo strato di besciamella. Disponete i cannelloni in parallelo, non uno sopra l'altro. Poi versatevi sopra tutta la besciamella e infine il sughetto di pomodoro.
Mettete in forno a 220° per 35-40 minuti.

lunedì 15 novembre 2010

tartare di carne

Ingredienti:
200 g di carne magrissima e scelta
pepe
sale
olio
semi di sesamo misti
rucola
parmigiano a scaglie
goccio di limone


Preparazione: Il trucco della tartare è che la carne sia buona e scelta, il resto si fa da se. Andate dal macellaio di fiducia (ahahahah) e fatevi tagliare a coltello al momento del vitellino scelto magrissimo, oppure compratelo e fatelo voi a casa con un buon coltello. Mettete la carne in una ciotola macinando sopra del pepe , olio, un goccio di limone, sale e dei semi di sesamo. Lasciatela riposare mezzoretta. Poi con una formina date forma alla vostra tartare. Impiattate su un letto di rucola e scaglie di grana e servite con un filo d' olio e pepe a piacimento.

giovedì 11 novembre 2010

zuppa di zucca e patate con orecchiette

Ingredienti:
150 g orecchiette pugliesi
400 g zucca
2 carote grosse
2 patate medie
1 porro
brodo vegetale
rosmarino
parmigiano reggiano
olio sale pepe

Preparazione:
Pulite e tagliate a cubetti la zucca, le carote e le patate. Tagliate a rondelle il porro e mettetelo a soffriggere in una pentola dai bordi alti; non appena appassisce aggiungete la zucca e il rosmarino e fate andare due minuti a fuoco basso mescolando. Poi mettete anche le patate e le carote, aggiungete mezzo bicchiere di brodo vegetale, e fate cuocere a fuoco medio con un coperchio (ogni tanto però date una mescolata).
Togliete dal fuoco e con un minipimer (frullatore ad immersione) frullate tutto all'interno della pentola finché non diventa un composto bello cremoso. Allora rimettete sul fuoco e aggiungete un 400 ml di brodo (ma dateci un po' a occhio, se poi risulta troppo liquido alzate la fiamma). Rigirate il tutto in modo che si unisca bene il composto con il brodo e poi aggiungete le orecchiette e fate cuocere per il tempo di cottura.
Allora spegnete, impiattate e aggiungete una spolverata di parmigiano.
Questa zuppa è buonissima anche il giorno dopo!

mercoledì 10 novembre 2010

zuppa di miso

Ingredienti: (4 persone)
1/2 porro
1 foglio di alga nori
4 tazze di acqua abbondanti
4 cucchiai di miso
semi sesamo

Preparazione:
Chi mi conosce lo sa, ci sballo per il cibo giapponese, la cultura, il giappone in tutte le sue forme.
Presto vi fornirò anche la mia ricetta del sushi e di vari altri piatti tipici giapponesi ma ora iniziamo con la classica, tradizionale, intramontabile zuppa di miso.
Tipica in ogni cena giapponese, la preparano le mamme ai figli la sera con la verdura che hanno a disposizione.
E' una zuppa che va fatta e bevuta al momento e non può essere conservata, riscaldata, surgelata, perchè il miso perde le sue proprietà se sottoposto a sbalzi di calore(e di freddo) eccessivi.
Si prepara facilmente e velocissimamente e infatti è uno dei piatti base della cucina povera giapponese (ma tipico e servito sempre anche nel famosissimo kaiseki).
Prendete una pentola alta mettete un filino d'olio, poco poco, e il porro tagliato a fettine.Fate rosolare appena il porro appasisce aggiungete tutta l'acqua e portate ad ebollizione.
Una volta che la zuppa bolle fatela bollire 15 minuti poi aggiungete anche una alga nori tagliata a striscioline e una manciata di semi di sesamo.
Fate bollire ancora 5 minuti abbondanti e poi spegnete la fiamma.
Aggiungete 4 cucchiaini di miso (1 per ciotola in questo caso abbiamo preparato la zuppa per 4 persone quindi 4). Mescolate bene e servite e bevete bella calda.
Possibilmente succhiando e facendo rumore con la bocca come piace ai giapponesi fare.
Vi ricordo che la zuppa di miso si puo fare con diverse verdure, io avevo in casa il porro e l ho fatta col porro, ma va bene tutto, l'erba cipollina, il cavolo nero, le carote, la cipolla,la cicoria, il sedano, insomma ciò che trovate nel frigo. Ah ovviamente se aggiungete un quadratino di tofu la vostra zuppa sarà perfetta.

lunedì 8 novembre 2010

torta di patate e prosciutto


Ingredienti:
1 pasta sfoglia
200 g prosciutto a dadini
250 ml besciamella
parmigiano
1 mozzarella
4 patate
4 uova
sale, pepe

Preparazione:
Pelate le patate, tagliatele a rondelle sottili della larghezza di 4-5 mm e mettetele in acqua bollente per 5 minuti.
Stendete la pasta sfoglia in una teglia di 22-24 cm e bucherellate il fondo con una forchetta, adagiatevi metà delle patate (che nel frattempo avrete fatto un po' raffreddare) e sopra le patate la mozzarella tagliata sottile e un po' di sale.
Fate rosolare il prosciutto in una padella con dell'olio.
Intanto sbattete le uova con il parmigiano, aggiungete la besciamella, un poco di sale e il pepe e mescolate finché non risulti un composto cremoso e omogeneo; unitevi il prosciutto e versate il tutto sul tappeto di patate e mozzarella.
Mettete in forno ben caldo a 200 gradi finché il composto non risulti sodo (15 minuti circa) poi togliete dal forno, aggiungete le patate rimaste e un pizzico di sale e rinfornate per altri 20-25 minuti. Comunque regolatevi voi, gli ultimi 5 minuti magari usate il grill per rendere belle croccanti le patate.

venerdì 29 ottobre 2010

spaghetti piccantini bottarga e calamaretti

Ingredienti:
200 g spaghetti rustici gragnano
300 g calamaretti freschi
50 g pomodorini ciliegini
50 g olive nere
bottarga
prezzemolo
aglio olio pepe
peperoncino
pinoli


Preparazione:
Questa è una spaghettata di pesce piccantina.
Mettete a bollire una pentola d' acqua dove cuoceremo i nostri spaghetti rustici gragnano lasciandoli al dente.
Nella Wok invece rosolate aglio pinoli e olive nere in un po' d'olio. Non appena questi saranno dorati aggiungete un peperoncino secco, prezzemolo e i calamaretti sfumandoli due minuti con il vino bianco.
Tagliate i pomodorini a metà e fateli anch'essi andare in padella con il resto aggiungendo la bottarga grattuggiata.
Buttate e scolate la pasta al dente e fatele finire la cottura saltandola nella wok, aggiungendo altra bottarga , un filo d'olio e un po' di prezzemolo mentre impiattate. Buon appe!

lunedì 25 ottobre 2010

Torta speck brie e funghi


Ingredienti:
1 Pasta sfoglia,
125 g speck a cubetti
100 g funghi porcini
100 g brie
3 uova
parmigiano grattuggiato
aglio olio
prezzemolo




Preparazione:
Questa ricetta è tutt'altro che leggera ma anche molto buona.
Dopo aver pulito e tagliato a pezzettoni i funghi, mettete una padella sul fuoco con due cucchiai d'olio e uno spicchio d'aglio.
Una volta che l'olio è caldo togliete l'aglio e aggiungete i funghi, fate andare per 15 minuti facendo spurgare tutta l'acqua. Intanto che cuociono, aggiungete del prezzemolo tritato.
In una ciotola sbattete 3 uova con due cucchiai di parmigiano grattuggiato e aggiungete lo speck, il brie precedentemente tagliato a cubetti e i funghi. Niente sale che c'è già lo speck che è abbastanza salato.
Stendete la pasta sfoglia (sopra la carta da forno) in un tegame e versatevi dentro il composto, girando i bordi della pasta. Mettete in forno preriscaldato a 180° per 35-40 minuti.

venerdì 22 ottobre 2010

chicche di patate primavera


Ingredienti:
400 g chicche di patate
100 g pomodorini ciliegini
3 zucchine
50 g olive nere
1 manciata di pinoli
aglio sale pepe
semi di sesamo bianchi e neri
parmigiano a scaglie
mezzo bicchiere di birra chiara

Preparazione:
Questo primo piatto è molto semplice e veloce da preparare ma, nonostante ciò, è veramente goloso e saporito.
Mettete a bollire una pentola d'acqua dove cuoceremo le chicche e sull'altro fornello invece fate rosolare nella nostra mitica Wok uno spicchio d'aglio con una manciata di pinoli e le olive nere.
Una volta che questi sono dorati, aggiungete le zucchine tagliate a fiammifero e fatele cuocere aggiungendo sale pepe, sfumando con mezzo bicchiere di birra.
Una volta che le zucchine sono cotte (lasciatele croccanti) aggiungete nella wok anche i pomodorini ciliegini tagliati a metà.
Fate cuocere ancora 2 minuti facendo bene saltare tutto in padella e aggiungendo un po' di semi di sesamo.
Nel frattempo buttate le chicche e state attenti che ci mettono pochissimo a cuocere: appena vengono a galla tiratele su e mettetele nella wok con il sugo appena preparato.
Fate saltare il tutto per un minuto e servite aggiungendo a decorazione altri semi di papavero e sopra una abbondante manciatina di scaglie di parmigiano (ancor meglio della ricotta salata).

lunedì 18 ottobre 2010

torta dolce di carote

Ingredienti:
400 g di carote grattuggiate
200 g di farina
200 g di zucchero
1 bustina di lievito
4 uova

Preparazione:
Questa torta è molto facile da preparare ed ha pochi grassi nell'impasto (niente burro, infatti!).
Dovete sbattere in una terrina i tuorli con lo zucchero, aggiungere le carote grattuggiate e mescolare bene. Poi unite la farina ed il lievito precedentemente passati al setaccio; infine gli albumi montati a neve, mescolando dal basso verso l'alto di modo che non smontino (anzichè in senso rotatorio).
Imburrate uno stampo e tagliate la carta da forno in modo che stia precisa nello stampo, fate lo stesso lungo i lati, versatevi dentro il composto e mettete in forno a 180 gradi per circa un'ora.
E' possibile nell'impasto, se piacciono, mettere insieme alle carote sia della scorza di limone grattuggiata che delle mandorle tritate.


venerdì 15 ottobre 2010

Tortilla de patatas


Ingredienti:
6 patate medie
1 cipolla grossa o due piccole
olio extra vergine d'oliva
1/2 bicchiere di latte
3 uova
parmigiano
sale fino

Preparazione:
Sbucciate e tagliate le patate a rondelle e poi a metà.
In un piatto sbattete le due uova, un pizzico di sale e due cucchiaini di parmigiano. Aggiungete il latte e mischiate.
Mettete sul fuoco una padella dl diametro di circa 25 cm con tre cucchiai d'olio e fate rosolare la cipolla tagliata a fettine di 2-3 mm.
Aggiungete le patate e un pizzico di sale. Fate cuocere le patate col coperchio inizialmente a fuoco alto perchè rosolino (3 minuti) e poi a fuoco medio per altri 5 minuti. Di tanto in tanto giratele perchè non brucino!
Aggiungete ciò che avete sbattuto versandolo direttamente nella padella. Il composto liquidi dovrebbe pareggiarsi intorno alle patate. Coprite e fate cuocere a fuoco medio per 5 minuti.
Togliete il coperchio e controllate che non ci sia più alcun liquido (non serve che si bruci il sotto, però!).
Ora spostatevi dal fuoco (per sicurezza posizionatevi sopra un piatto), tenete ben fermo il coperchio sulla padella e con un abile e deciso colpo di polso girate la padella a testa in giù sul coperchio. Sollevatela e con ulteriore abilità fate scivolare la tortilla dal coperchio alla padella.
Rimettela sul fuoco fino a completa rosolatura.
Se la tortilla non fosse ben rosolata da entrambe le parti rimettela a cuocere sul lato meno cotto (con lo stesso gioco di polso di prima che ora si sarà fatto più facile per la maggiore consistenza della vostra tortilla!).
Consiglio... più è alta più è buona ;-)

martedì 12 ottobre 2010

Orate alla primi passi pazzi

Ingredienti (per due persone):
2 orate medie (da 300-400 gr. l'una)
pomodorini
1 carota piccola
semi di papavero e sesamo
olive nere
pinoli
olio extra vergine
prezzemolo
aglio
vino bianco

Preparazione:
Pulite le orate togliendoci la testa e aprendole a metà, ottenendo 4 filetti.
Prendete una padella bella larga oppure una casseruola in alluminio (è meglio l'alluminio) e fate rosolare due spicchi di aglio nell'olio extra vergine d'oliva insieme ad una bella manciata di pinoli.
A parte, preparate un trito di carota e prezzemolo. Non appena l'aglio e i pinoli sono dorati mettete i 4 filetti in padella e versateci sopra il trito di carota e prezzemolo e anche le olive nere.
Fatele cuocere un po' da un lato e un po' dall'altro sfumando con vino bianco e fateci andare insieme una manciatina di semi di papavero.
Quasi a fine cottura mettete anche qualche pomodorino e finite di cuocere i filetti.
Serviteli belli caldi con un filo d'olio a crudo e una bella spruzzata di pepe nero macinato.

venerdì 8 ottobre 2010

Frittata al forno con zucca e porri

Ingredienti:
1/4 di zucca mantovana
1 porro
5 uova
parmigiano
rosmarino
olio sale
pepe

Preparazione:
Dopo aver pulito la zucca, la si taglia a dadini e li si mette in una padella con un po' d'olio e un rametto di rosmarino per una quindicina di minuti, finché non risultino teneri ma ancora con una certa consistenza. Nel mentre si taglia a rondelle il porro, eliminando la parte più verde, e lo si fa giusto imbiondire in una padella con sale e pepe. Si unisce allora il porro alla zucca e si mescola bene.
Poi si sbattono in una ciotola 5 uova e si aggiunge parmigiano a piacimento (io ho fatto un paio di cucchiai)e il composto di zucca e porri.
Si versa il tutto in uno stampo rotondo (di 24 cm il mio) foderato di carta da forno bagnata e strizzata, così la si riesce a modellare meglio, e si mette in forno preriscaldato a 180° per circa mezzora.

martedì 5 ottobre 2010

Spiedini salmone bufala e melanzane

Ingredienti:
1 Mozzarella di bufala
Salmone affumicato a fette
1 Melanzana


Preparazione:
Questo antipastino molto gustoso è facilissimo da preparare.
Per prima cosa grigliate le melanzane a fette (io prima di grigliare le metto a fette in una tondina con il sale grosso cosi danno via l'acqua).
Mentre le melanzane appena grigliate si raffreddano, tagliate la mozzarella di bufala a quadrettoni e fasciate questi cubi di mozzarella con il salmone affumicato. Infilzate lo spiedino alternando cubo involtino mozzarella salmone con una fetta di melanzana grigliata.
Un'ottima variante si puo fare anche con gli zucchini grigliati al posto delle melanzane.

giovedì 30 settembre 2010

Plumcake alla cannella



Ingredienti:
220 g di farina
100 g di zucchero di canna
tre cucchiaini di cannella in polvere
70 g di burro fuso
100 ml di latte
una bustina di lievito
una presa di sale
un uovo


Preparazione:
Si tratta di un plumcake davvero rapido da preparare, ottimo per la prima colazione oppure di sera con due palline di gelato alla nocciola! Gnam, gnam.
In una terrina mescolate la farina setacciata, il sale, lo zucchero di canna ed il lievito. Aggiungete allora l'uovo, il burro fuso ed infine il latte e mescolate bene finchè il composto non risulti omogeneo.
Preparate uno stampo da plumcake con burro e farina e versatevi dentro il composto, livellatelo e mettete in forno preriscaldato per 40-45 minuti.

lunedì 27 settembre 2010

Tortino di riso e porri

Ingredienti:
pasta sfoglia
3 porri
1 cipolla
5 uova
150 g formaggio grattuggiato (parmigiano reggiano)
150 g di riso
maggiorana
olio extra vergine di oliva
sale
pepe

Preparazione:
Prima di tutto mettete sul fuoco l'acqua per cuocere il riso, ricordandovi di salarla.
Contemporaneamente in una padella fate un soffritto di olio e cipolla e una volta che quest'ultima è dorata mettete a cuocere i porri tagliati fini facendoli saltare. Mettete anche qui un po' di sale per insaporire e se vi va del pepe. Appena risulteranno appassiti, spegnete.
Una volta cotti riso e porri mischiate il tutto in una ciotola grande, aggiungendo formaggio grattuggiato, maggiorana (due o tre pizzichi), olio e le 5 uova. Assaggiate e se vi sembra che sia il caso, aggiungete un pochino di sale ancora.
Mischiate tutto bene con un grosso cucchiaio di legno.
Quando il composto sarà omogeneo preparate un tegame da forno, stendete sopra la carta da forno una bella sfoglia di pasta sfoglia (un giorno impareremo a farla insieme) e versatevi sopra tutto il composto.
Appiattitelo bene con il cucchiaio e ripiegatevi sopra i bordi della sfoglia.
Cuocete il tortino in forno ventilato per 40 minuti a 180 gradi.
Il top è mangiarlo tiepido.

giovedì 23 settembre 2010

Riso integrale con zucca e ceci

Ingredienti per 4 persone:
3 bicchieri di riso integrale
100 g ceci secchi
300 g zucca
1 cipolla rossa
1 rametto di rosmarino
dado vegetale
carota, sedano
alga kombu

Preparazione:
Questa ricetta è piuttosto lunga da preparare se si sceglie, come me, di utilizzare i ceci secchi; in alternativa, ci sono quelli in scatola, ma secondo me non sono la stessa cosa!
Occorre innanzitutto mettere i ceci in ammollo insieme ad una strisciolina di alga kombu di 3-4 cm per 24 ore (l'alga kombu rende i ceci e tutti i legumi più digeribili, aggiunge sali minerali e migliora la cottura), cambiando l'acqua anche due o tre volte se si ha tempo. Dopo le 24 ore bisogna buttare l'alga usata, scolare e sciacquare i ceci e metterli in pentola a pressione per un'ora e mezza con un'altra strisciolina di alga kombu, mezza cipolla, una carota ed una costa di sedano.
Nel mentre si mette sul fuoco una pentola con dentro già a freddo, insieme ad un poco di dado vegetale, il riso integrale (precedentemente lavato); quello che ho utilizzato io aveva una cottura di 35-40 minuti ma ce ne sono in commercio altri che necessitano anche più di un'ora, leggete sulla scatola. L'acqua deve essere due volte e mezzo il volume del riso. Aggiungete il sale grosso, non troppo, quando l'acqua bolle e cuocete fino al totale assorbimento dell'acqua (ma occhio a non farlo diventare mollo, rispettate cmq il tempo di cottura).
Nel mentre tritate la cipolla rimasta, pulite e tagliate a dadini la zucca. In una padella antiaderente fate andare il soffritto cinque minuti e aggiungete la zucca con un rametto di rosmarino e mezzo bicchiere d'acqua di cottura del riso per una ventina di minuti, finchè non risulti bella morbida, poi aggiungete i ceci lessati e continuate a fuoco medio-basso per altri 10 minuti.
A 'sto punto unite al condimento il riso integrale e mescolate bene. Servite aggiungendo un filo d'olio d'oliva.

lunedì 20 settembre 2010

Calamarata

Ingredienti (2 persone):
300 g Calamaretti
Pomodorini
Olive nere
300 g di pasta calamarata
olio extra vergine di oliva
pepe, sale, aglio
pinoli, prezzemolo
vino bianco




Preparazione:
Questo primo piatto è veramente sfizioso.
Mettete sul fuoco una bella pentola d'acqua dove farete cuocere la calamarata (pasta di grano duro a forma di anelli grandi).
Prendete una padella o una wok (ormai sapete che io sono fan della wok), fate soffriggere aglio e pinoli in un po' d'olio di oliva, nel frattempo pulite bene i calamaretti e tagliateli a striscette (se sono grandi, a tondelli come la pasta).
Una volta che il soffrittino è dorato aggiungete le olive nere, un po' di sale, un po' di pepe, i calamaretti e il prezzemolo. Sfumate con del vino bianco e fate saltare il tutto per due minuti, a fine cottura aggiungete anche qualche pomodorino tagliato a metà e poi spegnete il fuoco.
Nel frattempo salate l'acqua della pasta e cuocete la calamarata. Scolatela al dente e fatela saltare nella wok per tre minuti con il sugo prima preparato.
Servite con un filo d'olio a freddo, un po' di prezzemolo e una spolverata di pepe nero.